Le battaglie navali della Grande Guerra Patriottica, Oceano Artico 1942

Alessandro Lattanzio

p6GkukcFebbraio
19 febbraio, il sommergibile sovietico Sh-403 veniva danneggiato per speronamento dal posamine tedesco Brummer e dal dragamine ausiliario tedesco M-1503. Il comandante Kovalenko, che era sulla torretta, cadde in acqua e fu fatto prigioniero dai tedeschi, perse una gamba e fu poi fucilato in campo di prigionia nel 1944.

Marzo
7 marzo, il mercantile sovietico Izhora (2815 t) che faceva parte del convoglio QP-8 dagli Stati Uniti, veniva attaccato da un gruppo navale tedesco (comprendente la corazzata Tirpitz) ed affondato dopo 11 colpi da 150mm, 43 da 127mm e dai siluri del cacciatorpediniere Z-14. L’intero equipaggio dell’Izhora fu ucciso (31 uomini, e l’unico prigioniero morì in un campo di concentramento).

16 marzo, il mercantile tedesco Utlandshorn (2643 t) affondava a causa delle mine posate presso Petsamo. Le mine furono poste dai cacciasommergibili sovietici MO-122, MO-123, MO-153 e MO-163 il 7 dicembre 1941.

29 marzo, battaglia del convoglio PQ-13, il convoglio era scortato dall’incrociatore inglese Trinidad e dai cacciatorpediniere Fury, Eclipse, Gremjashij (a destra del convoglio), Sokrushitelnij (a sinistra) e Oribi. Il convoglio fu attaccato dai cacciatorpediniere tedeschi Z-24, Z-25 e Z-26. Tuttavia lo Z-26 affrontò da solo il Trinidad. 3 cacciatorpediniere, l’Eclipse e i due sovietici, spararono allo Z-26. Il Trinidad lanciò un siluro, ma a causa di un malfunzionamento eseguì un cerchio colpendo lo stesso incrociatore. Il Trinidad si ritirò lasciando il solo Sokrushitelnij sparare allo Z-26. In seguito l’Eclipse rintracciò lo Z-26, che credeva fosse il Trinidad finché non l’avvicinò. Lo Z-26 subì ulteriori danni dall’Eclipse che a sua volta, all’avvicinarsi di Z-24 e Z-25 si ritirò venendo danneggiato. Infine lo Z-26 venne autoaffondato.

071Aprile
24 aprile, le motosiluranti sovietiche TK-13 e TK-14 danneggiavano il sommergibile tedesco U-454.

Maggio
1-2 maggio, battaglia del convoglio QP-11, i cacciatorpediniere tedeschi Z-24 e Z-25 attaccavano il convoglio QP-11 affondando il mercantile sovietico Tsjolkovskij (2847 t) e danneggiando il cacciatorpediniere inlgese Amazon. Il giorno dopo, i cacciatorpediniere sovietici Sokrushitelnij e Gremjashij, i cacciatorpediniere inglesi Forested e Foresight e i cacciamine inglesi Hussar, Gossamer, Niger e Harrier erano scortati dall’incrociatore inglese Edimburgh, poi silurato dal sommergibile tedesco U-456. Poco prima della battaglia, i cacciatorpediniere sovietici furono sostituiti dalla corvetta sovietica Rubin (apparteneva all’NKVD) e dal rimorchiatore 22. I cacciatorpediniere tedeschi Z-7, Z-24 e Z-25 attaccarono le navi alleate ma l’Edimburgh affondò lo Z-7 e danneggiò lo Z-24. Poi l’Edimburgh venne autoaffondato a causa dei danni subiti, dopo che il rimorchiatore sovietico 22 aveva cercato di rimorchiare l’incrociatore.

12 maggio, il sommergibile sovietico K-23 si scontrava con i cacciasommergibili tedeschi UJ-1101, UJ-1110 e UJ-1109, venendo affondato da bombardieri tedeschi Ju-88 e dalle bombe di profondità. Il K-23 aveva affondato 2 mercantili.

Agosto
25 agosto, i tedeschi inviarono la corazzata tascabile Admiral Scheer nel Mare di Kara per intercettare il convoglio EON-18, ma si scontrò con il rompighiaccio armato Aleksandr Sibirjakov che, camuffatosi da incrociatore statunitense Tuscaloosa, attaccò la corazzata tedesca, ma prima avvisò la più vicina stazione radio sovietica della presenza della nave da guerra nemica. Il rompighiaccio sovietico fu affondato. Degli 88 uomini dell’equipaggio, 22 furono catturati, 13 tra cui il comandante, sopravvissero nei campi di concentramento, 1 marinaio si nascose in un’isola deserta per 34 giorni, prima di essere salvato e almeno un marinaio fu ucciso nella scialuppa di salvataggio quando tentò di attaccare dei tedeschi con un’ascia.LastFightSibiryakov26 agosto, battaglia di Dikson, la corazzata Admiral Scheer quindi non trovò alcun bersaglio in mare e fu costretta ad attaccare un obiettivo secondario, il porticciolo di Dikson scarsamente difeso, ma l’Admiral Scheer fu affrontata dal mercantile armato Deznev che aprì il fuoco con il suo cannone da 76mm. Il Deznev fu danneggiato, come anche il mercantile Revolutsjoner. L’artiglieria costiera dotata di due vecchi cannoni da 152mm sparò alla nave da guerra nemica, che si ritirò. L’unico vero bersaglio navale, il mercantile Kara di 3235 tonnellate, carico di munizioni, rimase illeso.105Novembre
7 novembre, la petroliera sovietica Donbas (7925 tonnellate) fu affondata dal cacciatorpediniere tedesco Z-27, mentre era in un convoglio alleato.

12 novembre, 9 cacciasommergibili sovietici tipo MO-4 stesero un piccolo campo di 18 mine vicino Petsamo.

19 novembre, il mercantile armato tedesco Schiff-18 Alteland venne affondato dalle mine posate dai cacciasommergibili MO-4, presso Kirkenes.

30 novembre, il mercantile tedesco Westsee (5911 t) e il mercantile tedesco Hans Rickmers (5226 t) finirono sulle stesse mine, venendo affondati.

Cacciatorpediniere tipo Proekt-7

Cacciatorpediniere tipo Proekt-7

Fonte: Soviet Empire

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...