Le battaglie navali della guerra civile in Spagna 1936-1939

Alessandro Lattanzio4oj05t81936
19 luglio, il sommergibile repubblicano C-1 catturava nello Stretto di Gibilterra il piroscafo Monte Toro. E’ la prima vittoria di un battello repubblicano nella guerra civile spagnola.

26 luglio, il sommergibile repubblicano C-4 lanciava un siluro e poi sparava 37 colpi contro una coppia di navi da trasporto nemiche.

28 luglio, il sommergibile repubblicano C-4 veniva danneggiato dall’artiglieria costiera frachista.

5 agosto, i cacciatorpediniere repubblicani Alcalà Galiano, Almirante Valdes e Lepanto tentavano di attaccare un convoglio nemico di navi che trasportavano truppe, formato dalle navi da trasporto Ciudad de Ceuta e Ciudad de Algeciras e dai rimorchiatori Arango e Benot con 3000 soldati a bordo, scortati dalla cannoniera Eduardo Dato, dalla nave pattuglia Uad Kert e dalla torpediniera T-19. Il Lepanto fu danneggiato da un bombardiere nemico Breguet. Anche il cacciatorpediniere Almirante Valdes fu colpito da una bomba aerea e danneggiato. L’Alcalà Galiano fu danneggiato dalla Eduardo Dato e da bombardieri Dornier, subendo 18 morti e 28 feriti.

Alcalà Galiano

Alcalà Galiano

7 agosto, la corazzata repubblicana Jaime I, scortata dall’incrociatore leggero Libertad, affondava nel porto di Algeciras la cannoniera franchista Eduardo Dato. La principale vittoria navale dovuta a una nave da guerra nella guerra civile spagnola. Nell’attacco fu pesantemente danneggiato il pattugliatore Uad Kert.

13 agosto, la corazzata repubblicana Jaime I veniva danneggiata da un attacco aereo nemico.

22 agosto, il sommergibile repubblicano C-6 veniva danneggiato da un attacco aereo nemico.

Jaime I

Jaime I

31 agosto, la corazzata nazionalista Espanha subiva danni perché colpita da un siluro inesploso lanciato dal sommergibile repubblicano C-5.

1 settembre, il sommergibile repubblicano C-6 si scontrava con le motovedette franchiste Tritonia, Juan Ignazio, Denis e Vergine del Carmen, i rimorchiatori armati Galizia e Argo, 1 idrovolante italiano Savoia S-62 e il cacciatorpediniere franchista Velasco. Il C-6 danneggiava la motovedetta Juan Ignazio. Lo stesso giorno la piccola nave scuola franchista Cala Millo veniva affondata da un attacco aereo repubblicano.

3 settembre, la torpediniera repubblicana T-6 naufragava.

19 settembre, il sommergibile repubblicano B-6 attaccava il rimorchiatore armato franchista Galizia, danneggiandolo; anche il B-6 veniva danneggiato dal rimorchiatore armato Cirizia e dal cacciatorpediniere Velasco, e si auto-affondava per impedirne la cattura.

29 settembre, battaglia di Capo Espartel, Stretto di Gibilterra, l’incrociatore pesante franchista Canarias e l’incrociatore leggero Almirante Cervera attaccavano il cacciatorpediniere repubblicano Almirante Ferrandiz, affondandolo, mentre il cacciatorpediniere Gravina fu danneggiato.

Ferrandiz

Almirante Ferrandiz

1 ottobre, l’incrociatore leggero franchista Almirante Cervera affondava le navi pattuglia repubblicane Uad Lucas e Uad Muluya.

12 ottobre, il sommergibile repubblicano B-4 veniva affondato da un attacco aereo nemico nel porto di Malaga.

30 ottobre, l’incrociatore franchista Canarias affondava la nave pattuglia repubblicana Marinero Cante.

1 novembre, l’incrociatore franchista Almirante Cervera affondava la nave pattuglia repubblicana I-5.

15 novembre, i rimorchiatori armati baschi Mistral e Heuzkal Herria si scontravano con il cacciatorpediniere franchista Velasco. Fu il principale scontro della piccola Marina basca.

22 novembre, l’incrociatore leggero repubblicano Miguel de Cervantes veniva danneggiato dal sommergibile italiano Torricelli.

Miguel de Cervantes

Miguel de Cervantes

12 dicembre, il sommergibile repubblicano C-3 veniva affondato dal sommergibile tedesco U-34.

Notte tra 26 e 27 dicembre, il sommergibile italiano Tazzoli veniva danneggiato dalle bombe di profondità dei cacciatorpediniere repubblicani Almirante Valdes e Lazaga.

31 dicembre, il sommergibile repubblicano C-5 scompariva dopo aver lasciato il porto di Bilbao.

1937
7-8 gennaio, i rimorchiatori armati baschi Guipúzcoa e Navarra insieme al cacciatorpediniere Josè Luiz Diez, combatterono contro il cacciatorpediniere franchista Velasco che scortava il posamine Genoveva. Il Navarra fu danneggiato.

Josè Luiz Diez

Josè Luiz Diez

14 gennaio, l’incrociatore pesante franchista Canarias veniva colpito da una bomba lanciata da un bombardiere repubblicano Tupolev SB-2.

17 gennaio, il rimorchiatore armato basco Goizeko Izarra affondava su una mina.

7 febbraio, la nave pattuglia repubblicana Artabro veniva affondata da incursioni aeree nemiche nel porto di Malaga.

8 febbraio, il dragamine repubblicano Xauen affondava per incursioni aeree nemiche nel porto di Malaga.

19 febbraio, il sommergibile repubblicano C-6 comandato dal sovietico Ivan Alekseevich Burmistrov, veniva danneggiato da un attacco aereo nemico.

Ivan Alekseevich Burmistrov

Ivan Alekseevich Burmistrov

5 marzo, battaglia di Capo Machichaco, l’incrociatore pesante franchista Canarias si scontrava con i rimorchiatori armati baschi Gipuzkoa, Bizkaya, Navarra e Donastia che scortavano i mercantili Galdames e Yorkbrook. Il Gipuzkoa veniva danneggiato, ma non prima di colpire il Canarias. Il Canarias colpiva anche il Galdames, costringendo la nave ad arrendersi. Infine l’incrociatore affondava il Navarra.

15 aprile, il sommergibile repubblicano B-5 scompariva in mare.

25 aprile, scontro inconcludente tra l’incrociatore tedesco Leipzieg e il cacciatorpediniere repubblicano Sanchez Barcaiztegui.

30 aprile, la corazzata franchista Espanha finiva su una mina posata dal posamine franchista Jupiter nei pressi di Bilbao e affondava; un gruppo di bombardieri repubblicani Gourdou GL.633 attaccò la nave mentre affondava e il pilota Miguel Zambudio la colpì con una bomba da 100 kg.

7 maggio, la motosilurante franchista Javier Quiroga affondava nei pressi di Gibilterra per collisione con l’unità gemella Candido Perez (entrambe erano ex-MAS italiani).

12 maggio, il sommergibile repubblicano C-6 di Burmistrov, subiva danni a causa di un attacco aereo nemico.

C-6

C-6

13 maggio, il cacciatorpediniere inglese Hunter veniva gravemente danneggiato da una mina franchista al largo dei Paesi Baschi. Questo evento fu studiato dai sovietici, portando alla decisione di realizzare la serie di cacciatorpediniere Proekt-7U.

21 maggio, la corazzata repubblicana Jaime I veniva danneggiata da 3 bombe durante un attacco aereo italiano.

25 maggio, l’incrociatore ausiliario italiano Barletta veniva danneggiato da aerei repubblicani.

28 maggio, la corazzata tedesca Deutschland veniva gravemente danneggiata da un bombardiere repubblicano Tupolev SB-2, subendo 31 morti e 74 feriti. L’equipaggio del velivolo erano il capitano sovietico Anton Progrorin e il tenente Vasilij Shmidt. Per ritorsione, la corazzata tedesca Admiral Scheer bombardò Almeira causando 19 morti e 55 feriti tra i civili.

10 giugno, nelle acque basche ci fu un breve scontro tra i cacciatorpediniere repubblicani Ciscar e Josè Luis Diez con l’incrociatore franchista Almirante Cervera.

Ciscar

Ciscar

17 giugno, la corazzata repubblicana Jaime I affondava con 300 marinai. L’incrociatore Libertad divenne l’ammiraglia della Marina Repubblicana. Il relitto della nave fu recuperato, ma non poté essere riparata.

18 giugno, la motosilurante franchista Falange affondava per motivi oscuri, era un’unità ex-tedesca. Lo stesso giorno, il sommergibile repubblicano C-6 del comandante Burmistrov lanciava 2 siluri contro l’incrociatore leggero Almirante Cervera, senza risultati.

12 luglio, i cacciatorpediniere repubblicani Lepanto, Churruca, Almirante Miranda, Almirante Valdes, Gravina e Sanchez Baircaztegui di scorta alla petroliera Campillo, si scontravano con l’incrociatore pesante franchista Baleares.

Gravina

Gravina

30 luglio, le motosiluranti repubblicani 31 e 41 furono danneggiate da aerei franchisti He-59, di cui uno fu abbattuto.

10 agosto, battaglia presso Gijon tra il posamine franchista Jupiter e il cacciatorpediniere repubblicano Ciscar. Lo Jupiter subì alcuni danni e fuggì.

12 agosto, i cacciatorpediniere repubblicani Churruca e Alcalà Galiano venivano attaccati dal sommergibile italiano Jalea, che danneggiava con un siluro il Churruca.

20 agosto, il cacciatorpediniere repubblicano Lazaga danneggiava il sommergibile italiano Finzi con bombe di profondità.

28 agosto, il sommergibile repubblicano C-4 veniva danneggiato da un attacco aereo nemico, era comandato dal capitano sovietico Kuzmin.

C-4

C-4

7 settembre, battaglia di Capo Cherchell, gli incrociatori leggeri repubblicani Libertad e Mendez Nunez scortavano un convoglio insieme ai cacciatorpediniere Lepanto, Almirante Valdes, Almirante Antequera, Gravina, Jorge Jouan, Almirante Miranda ed Escano. Improvvisamente l’incrociatore pesante nazionalista Baleares li attaccò, ma il Libertad danneggiava il Baleares. Dopo lo scontro, un attacco aereo italiano colpiva il cacciatorpediniere Escano. I due mercantili scortati andarono persi: uno si arenò in acque algerine e l’altro fu internato in un porto algerino dai francesi.

Libertad

Libertad

13 settembre, la torpediniera franchista T-2 veniva affondata dal sommergibile repubblicano C-6 del comandante Burmistrov.

17 settembre, i cacciatorpediniere repubblicani Almirante Antequera, Escano, Gravina e Sanchez Barcaiztegui si scontravano con l’incrociatore pesante Canarias mentre scortava i mercantili Jaime II e JJ Sister.

10 ottobre, il mercantile armato repubblicano Cabo Santo Tomè veniva attaccato dalle cannoniere franchiste Eduardo Dato e Canovas del Castello. La nave repubblicana, armata solo di cannoni da 45mm, fu affondata.

20 ottobre, il sommergibile repubblicano C-6 veniva gravemente danneggiato da un attacco aereo nemico e infine auto-affondato.

21 ottobre, il cacciatorpediniere repubblicano Ciscar veniva affondato da un attacco aereo nemico nel porto di Gjion.

1938
17 febbraio, l’incrociatore leggero franchista Almirante Cervera fu gravemente danneggiato con 2 bombe da un bombardiere repubblicano Tupolev SB-2.

batalla_del_cabo_de_palosNotte del 5-6 marzo, battaglia di Capo Palos, la principale battaglia navale della guerra e una delle maggiori vittorie repubblicane. La Marina repubblicana aveva deciso di colpire le principali navi della marina franchista, gli incrociatori pesanti Canarias e Baleares, e l’incrociatore leggero Almirante Cervera. Un gruppo formato dagli incrociatori leggeri Menendez Nunez e Libertad e dai cacciatorpediniere Sanchez Barcaiztegui, Lepanto, Almirante Antequera, Gravina e Lazaga sotto il comando del Viceammiraglio Luis Gonzalez Ubieta, scortarono delle motosiluranti nel porto nemico. Ma a causa del maltempo, le motosiluranti non poterono avviare l’operazione. Mentre le navi di scorta rientravano incontrarono gli incrociatori pesanti Canarias e Baleares insieme all’Almirante Cervera, sotto il comando dell’ammiraglio Manuel de Vierna. I consiglieri sovietici suggerirono di utilizzare i cacciatorpediniere per attaccarli con i siluri. I cacciatorpediniere repubblicani lanciarono 4 siluri ciascuno tranne l’Almirante Antequera che ne lanciò 5, mentre Gravina e Lazaga non lanciarono. Di 13 siluri lanciati, 2 del Lepanto colpirono l’incrociatore Baleares, che subì anche il tiro dell’incrociatore Libertad. Il Baleares venne affondato, trascinandosi 786 marinai incluso l’ammiraglio Manuel de Vierna.

Lepanto

Lepanto

15 giugno, la cannoniera repubblicana Laya veniva affondata nel porto di Valencia da un attacco aereo franchista.

27 agosto, il cacciatorpediniere repubblicano Josè Luiz Diez presso Gibilterra veniva attaccato dall’incrociatore pesante franchista Canarias, danneggiandolo.

9 ottobre, il sommergibile repubblicano C-1 veniva affondato a Barcellona da un attacco aereo nemico.

18 ottobre, i dragamine franchisti Calderón de la Barca e Cervantes-6 affondavano su delle mine.

5 novembre, la motosilurante repubblicana 31 veniva affondata da un attacco aereo a Cartagena.

30 dicembre, il cacciatorpediniere repubblicano Josè Luiz Diez veniva danneggiato nei pressi di Gibilterra dalla cannoniera franchista Calvo Sotelo e dai posamine Vulcano e Jupiter. Il cacciatorpediniere si arenava a Gibilterra.

Lepanto

Lepanto

1939
8 gennaio, la motosilurante repubblicana 11 tentava di attaccare da sola gli incrociatori franchisti Canarias e Almirante Cervera.

24 gennaio, il dragamine franchista Nueve Pepe Leston veniva affondato da una mina.

5 marzo, a guerra quasi finita i cacciatorpediniere repubblicani Sanchez Barcaiztegui, Alcalà Galiano e Lazaga venivano danneggiati da attacchi aerei nemici.

7 marzo, negli ultimi giorni della Repubblica, i franchisti credevano che un’insurrezione filo-franchista dei militari repubblicani avesse preso il controllo della città di Cartagena, così inviarono alcuni trasporti carichi di soldati. Tuttavia l’insurrezione era fallita e la 206.ma Brigata mista aveva il controllo di una batteria costiera di cannoni da 381mm, che colpì e affondò la nave da trasporto Castillo de Olite, uccidendo 1476 soldati e marinai franchisti, mentre altri 636 furono catturati. Fu la peggiore perdita di vite nella storia della Marina spagnola. Dopo quest’ultimo evento, la maggior parte della flotta repubblicana spagnola lasciava Cartagena per Biserta.

Jaime I

Jaime I

Fonte: Soviet Empire

Flag_of_the_Second_Spanish_Republic_(military).svg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...