Le battaglie navali nella guerra di Liberazione della Jugoslavia, 1943-1945

 Alessandro Lattanzio12_prva_zastava_partizanske_mornarice_Dal 1941 al 1943 i partigiani jugoslavi effettuarono attacchi contro imbarcazioni italiane, catturandone alcune. Dall’autunno 1943 le forze tedesche utilizzarono numerosi natanti nelle acque jugoslave, e il comando jugoslavo organizzò una forza mista di cannoniere e motovedette. Le cannoniere NB erano lunghe 14-33 metri ed erano armate con cannoni da 40mm e 20mm. Le motovedette PC erano più piccole e armate con un cannone da 40mm o da 20mm. Le motovedette più piccole erano armate di solito di mitragliatrici.

1943
1 ottobre, la cannoniera NB-9 Biokovac aprì il fuoco sulla nave da trasporto ustascia Rab, la nave si ritirò.

3-4 novembre, nella notte la cannoniera NB-9 Biokovac si scontrava con le barche armate ustascia Marija e Naprijed.

5-6 novembre, il piccolo pattugliatore PC-61 Udar danneggiava la nave da trasporto tedesca Sv. Franjo.

11 novembre, le motovedette PC-21 Marjan e PC-22 Streljko danneggiavano una barca armata nemica.

PC 21 e PC 22

PC-21 Marjan e PC-22 Streljko

8-9 dicembre, la cannoniera NB-9 Biokovac, con il supporto del PC-54 Turist, catturava il trasporto ustascia Jadro, prendendo prigionieri 6 marinai, 30 ustascia e 2 tedeschi, oltre a confiscare 31 fucili, 8 cannoni e 90 tonnellate di cibo.

9-10 dicembre, nella notte la cannoniera NB-6 Napredak, con il sostegno delle piccole motovedette PC-43 Napred e PC-45 Batos, catturava il trasporto ustascia Sv. Nikola.

10 dicembre, la motovedetta PC-3 Skampo attaccava un piroscafo nemico senza risultati.

12 dicembre, la cannoniera NB-8 Kornat veniva danneggiato dall’artiglieria nemica.

16 dicembre, la motovedetta PC-3 Skampo attaccava un piroscafo nemico.

17 dicembre, la motovedetta PC-2 Makola veniva attaccata da una motobarca tedesca, alcuni partigiani furono uccisi.

18 dicembre, 2 pattugliatori jugoslavi attaccavano una nave da trasporto armata tedesca.

20 dicembre, la motovedetta PC-53 Zora e le piccole motovedette PC-41 Napredak, PC-42 e PC-43 Napred, assieme alla motosilurante inglese MTB-649 e all’artiglieria costiera dei partigiani, attaccavano e catturavano le barche armate tedesche HZ-8 e HZ-9 che successivamente furono utilizzate dai partigiani come cannoniere NB-1 Krava e NB-2 Koca.

24 dicembre, la piccola motovedetta PC-64 Neutralni affondava due mezzi da sbarco tedeschi.

27 dicembre, la piccola motovedetta PC-61 Udar e la cannoniera NB-5 Ivan venivano affondate da un attacco aereo tedesco. La NB-5 Ivan era un cacciasommergibili ex-statunitense della classe SC-1.

28 dicembre, il piccolo pattugliatore PC-60-II Vjekoslava veniva affondato da un attacco aereo tedesco.

31 dicembre, il piccolo posamine tedesco Pasman veniva catturato dalla cannoniera NB-3 Jadran. Il Pasman fu distrutto con cariche esplosive il 5 gennaio, era la più grande nave da guerra nemica affondata dai partigiani in un’azione navale.

NB-3 Jadran

NB-3 Jadran

1944
3 gennaio, le motovedette PC-1 Jadran e PC-3 Skampo attaccavano la nave da trasporto nemica Slavija, che riuscì a fuggire.

24-25 gennaio, le motovedette PC-1 Jadran e PC-3 Skampo catturavano il rimorchiatore armato Costante, poi distrutto con cariche esplosive.

8-9 febbraio, nella notte, le scialuppe d’assalto tedesche I-72, I-73 e I-106 catturavano la cannoniera NB-10 Sloga e il piccolo pattugliatore PC-66 Proletar. La Sloga fu poi affondata dai tedeschi.

20 febbraio, la cannoniera NB-9 Biokovac veniva speronata e affondata da un cacciatorpediniere inglese.

27-28 febbraio, le motovedette PC-2 Makola e PC-3 Skampo catturavano le barche da trasporto Maria Jose e Haraelis con a bordo 121 soldati tedeschi.

28 febbraio, la motovedetta PC-22 Streljko catturava la barca da trasporto Giuseppe Cesario.

29 febbraio, la cannoniera NB-8 Kornat veniva danneggiata da cannoniere inglesi.

9-10 marzo, la piccola motovedetta PC-59 Lapad veniva affondato da 2 motosiluranti inglesi.

17-18 marzo, nella notte, le motosiluranti tedesche S-36 e S-61 affondavano la cannoniera NB-2 Koca.

18 marzo, le cannoniere NB-1 Krava e NB-6 Napredak e le motovedette PC-2 Makola e PC-4 Junak catturavano il mazzo d’assalto tedesco KJ-10 (Sturmboot Tipo 42). Il KJ-10 fu poi rinominato PC-75-I Annie.

kj107nb

20 marzo, le cannoniere NB-1 Krava e NB-6 Napredak furono affondate da un attacco aereo tedesco.

23 marzo, le piccole motovedette PC-5 e PC-70 Mandina furono affondate da un attacco aereo tedesco.

6-7 aprile, le motovedette PC-21 Marjan e PC-22 Streljko catturavano la barca armata San Antonio.

7-8 aprile, le motovedette PC-21 Marjan e PC-22 Streljko attaccavano le barche A-91 e A-302, ma senza causare danni.

12 aprile, la KJ-10 veniva affondata da aerei alleati.

21 aprile, la cannoniera NB-7 Enare-II si scontrava con la NB-8 Kornat e veniva auto-affondata per impedirne la cattura.

22-23 aprile, le motovedette PC-21 Marjan e PC-22 Streljko catturavano le barche da trasporto Giuliana ed Emilia.

27 aprile, le motovedette PC-3 Skampo e PC-4 Junak catturavano la nave anti-partigiana tedesca Anton (ex-italiana). Fu poi trasformata nella maggiore cannoniera partigiana, la NB-11 Crvena Zvijezda (24 metri di lunghezza e 180 tonnellate di dislocamento, armamento: 1 cannone da 88 mm, oltre a cannoncini da 37mm e 20mm).

PC-2 Makola e PC-3 Skampo

PC-2 Makola e PC-3 Skampo

10-11 maggio, nella notte le motosiluranti tedesche S-30, S-36 e S-61 affondavano la nave ospedale Marin II. 59 feriti morirono, tra cui un ufficiale tedesco prigioniero.

11 maggio, la cannoniera NB-4 Topcider veniva danneggiata da un attacco aereo alleato.

31 maggio, la piccola motovedetta PC-76 veniva catturata delle forze d’assalto tedesche.

1-2 giugno, battaglia di Blitvenice, nella notte, le motosiluranti tedesche S-153, S-155, S-156 e S-157 cercarono di catturare la cannoniera NB-8 Kornat fingendosi alleate. L’S-156 fu riconosciuta e affondata, mentre S-155 e S-156 furono danneggiate. La NB-8 Kornat costrinse il nemico a ritirarsi impedendoli di aggredire altri bersagli.

3 giugno, la cannoniera NB-3 Jadran abbatteva un aereo nemico vicino Brac.

28 luglio, la cannoniera NB-8 Kornat veniva auto-affondata dall’equipaggio per evitarne la cattura.

29 luglio, le motovedette PC-2 Makola, PC-4 Junak e PC-71 Sv. Friz catturavano la nave da trasporto armata Felice.

5-6 agosto, nella notte la motovedetta PC-22 Streljko affrontava i dragamine ausiliari tedeschi R-15 e R-16.

29 agosto, la piccola motovedetta PC-47 Sv. Nikola-I veniva affondata da mortai tedeschi.

15 settembre, nella notte, le motosiluranti tedesche S-152, S-154 e S-158 catturavano la piccola motovedetta PC-73 Pionir, che fu poi affondata.

22 settembre, le motovedette PC-2 Makola e PC-6 Sumar attaccavano la nave ospedale tedesca Bonn, senza causare danni.

27 settembre, 3 imbarcazioni d’assalto tedesche catturavano la piccola motovedetta PC-62 Ivo.

9 ottobre, la cannoniera NB-13 Partizan e la motovedetta PC-2 Makola affondavano la barca armata tedesca Angelina, e catturavano la barca armata Adriana.

NB-13 Partizan

NB-13 Partizan

14 ottobre, la cannoniera NB-3 Jadran subiva dei danni leggeri per colpi di mortaio nemici.

23 ottobre, battaglia dell’isola Maun, la più grande battaglia navale della guerra jugoslava e unico scontro tra unità partigiane e grandi navi da guerra tedesche. La cannoniera NB-14 Pionir e le motovedette PC-2 Makola, PC-4 Juna e PC-24 Marjan combatterono una breve battaglia con le corvette tedesche UJ-202 e UJ-208 (ex-italiane). Più tardi, le 2 unità tedesche si scontrarono brevemente con delle motosiluranti inglesi, che affondarono la MFP tedesca F-433.

20 novembre, la cannoniera NB-13 Partizan veniva affondata da un raid aereo inglese.

14-15 dicembre, nella notte la piccola motovedetta ustascia KS-5, con equipaggio croato, disertava e si univa ai partigiani, venendo rinominata PC-79.

17 dicembre, la barca trasporto dei partigiani Lahor veniva catturata da un mezzo d’assalto tipo Linse tedesco.

27 dicembre, la motovedetta PC-24 Marjan affondava nel porto di Sv. Petar un mezzo da sbarco tedesco.

1945
15 febbraio, la piccola motovedetta PC-55 Partizan-II veniva danneggiata da un’esplosione accidentale delle munizioni.

24 febbraio, il piccolo pattugliatore PC-27 Andjeljko-II veniva affondato da un’esplosione accidentale delle munizioni.

1 aprile, la cannoniera NB-11 Crvena Zvijezda veniva affondata da una mina, perdendo 22 marinai. Era la più grande cannoniera della flotta partigiana.

5 maggio, la motovedetta PC-8 Udarnik era la prima unità ad entrare nel porto di Trieste.

Le unità jugoslave operarono dall’isola di Vis, dove erano stati costruiti un campo d’aviazione e due porti. A Vis c’erano anche navi e soldati inglesi (1000 alleati e 2000 partigiani). Le cannoniere inglesi di stanza sull’isola di Lissa affondarono 13 imbarcazioni da rifornimento tedesche.

yu~1942

Fonte: Soviet Empire

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...